mercoledì 23 maggio 2018 -  Fai diventare questo sito la tua Home Page  Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti  Contattaci  
Home page


Home Page > In memoria > Sorelle defunte > Suor Gennara Bertuletti

Suor Gennara Bertuletti



La mattina di sabato 15 febbraio 2014, nell’infermeria della casa madre di Gandino, suor Gennara Bertuletti ha pronunciato il suo “Eccomi!” definitivo. Aveva 90 anni.

I funerali si celebreranno lunedì 17 febbraio alle ore 14.30 nella chiesa di S. Mauro, a Gandino.

La mattina di sabato 15 febbraio 2014, nell’infermiera della casa madre di Gandino, suor Gennara Bertuletti ha pronunciato il suo “Eccomi!” definitivo. Aveva 90 anni.

I funerali si celebreranno lunedì 17 febbraio alle ore 14.30 nella chiesa di S. Mauro, a Gandino.

 

Profilo biografico

Lorenza Bertuletti (suor Gennara) nasce a Ghisalba (Bergamo) il 7 agosto 1923 da Luigi e Battistina Gritti. Il 16 agosto 1939 entra nell’Istituto delle Suore Orsoline di Gandino, il 1 aprile 1940 inizia il cammino di noviziato e riceve il nome di suor Gennara.

Il 31 agosto 1942 emette la Prima Professione e il 28 agosto 1948 la Professione perpetua.

Nei  primi quattro anni della sua vita religiosa si dedica alla missione educativa nella scuola materna di Mirandola (Modena). Nel 1946 è chiamata ad una nuova destinazione e missione: l’Istituto Sordomuti di Bergamo, dove vivrà la sua consacrazione a Dio nell’insegnamento ai bambini sordi, rivelando la sua predisposizione e dedizione a tale opera. Nel 1949 a Milano consegue il diploma del Corso di Abilitazione al Magistero dei Sordomuti che le permetterà di acquisire quelle tecniche necessarie per insegnare a “parlare” e a scrivere ai non udenti.

Dalla sede di Bergamo, per l’aumentare degli allievi, l’Istituto Sordomuti si sposterà a Torre Boldone nel 1971 rendendo necessario il trasferimento della comunità delle Suore ivi operanti.

Nel 1979 suor Gennara prosegue la sua dedizione ai sordi in un'altra opera simile: la Casa della Divina Provvidenza, in Via S. Tomaso, a Bergamo, dove le sordomute adulte imparavano  l’arte della maglieria e del ricamo, acquisendo così un mezzo necessario al loro sostentamento. Nel 1990 entra a far parte della comunità del Pensionato di  Via Porta Dipinta e offre il suo servizio come portinaia.

Giunta nella casa madre di Gandino nel 2008, suor Gennara non ha mai dimenticato gli anni vissuti con i “suoi” sordomuti; ne parlava spesso, ricordando i nomi di tutti e rievocando le piccole conquiste raggiunte.

Il giorno del suo 90° compleanno, lo scorso 7 agosto 2013, a testimoniare l’affetto e la gratitudine per il bene ricevuto, i suoi ex-allievi, ormai genitori e nonni,  le hanno fatto visita a Gandino, regalandole la gioia di ricordi ed emozioni di una storia vissuta e costruita insieme (vedi articolo seguente).

 

I 90 anni di Suor Gennara: una vita con i sordi bergamaschi

Nella Comunità delle Suore Orsoline di Gandino, il 7 agosto si sono festeggiati i 90 anni di Suor Gennara Bertuletti. Alla gioia per il traguardo raggiunto, si sono sommati i ricordi e l’affetto dei sordi bergamaschi che l’hanno incontrata ai tempi della scuola, negli Istituti per sordi di Bergamo e Torre Boldone: lei ricorda i nomi di tutti i suoi allievi, racconta di come subito dopo la guerra sia stata chiamata a Milano per un colloquio che verificasse la sua idoneità ad insegnare e di come l’esperienza negli anni a seguire le abbia confermato non solo la sua predisposizione, ma soprattutto la sua dedizione.

Suor Gennara ricorda quando quella volta una sua allieva l’ha seguita fino alla Cappella, per non lasciarla sola nemmeno durante la preghiera del mattino; racconta gli esercizi allo specchio con i suoi bambini e si rimprovera ancora di non essere riuscita ad insegnare a dir bene la “R” a quella sua allieva. I suoi bambini, oggi genitori e nonni, la chiamano “mamma”, “maestra” e ricordano le sue lezioni, le prime parole scritte e le prime parole dette, conquiste che non si dimenticano più.

A chi negli anni le ha chiesto quali sono gli strumenti dell’insegnamento, Suor Gennara ha sempre risposto “il cuore” e lo ripete ai sordi bergamaschi che con il Consiglio Provinciale dell’Ente Nazionale Sordi le hanno fatto visita in occasione del suo novantesimo compleanno.

Tra i sorrisi e le lacrime, saluta i suoi ex-allievi e promette che a S. Pietro dirà: “Apri le porte del Paradiso, sono tutti miei”.

Poi, con un solo abbraccio stringe ciascuno di loro, come se fossero ancora bambini. Dei tempi della scuola restano i ricordi degli anni trascorsi e gli incontri che, ancora oggi, insegnano ed emozionano.

A Suor Gennara, da tutti noi dell’Ente Nazionale Sordi di Bergamo, i migliori auguri!

 

Per  informazioni storiche sull’Istituto Sordomuti Bergamo clicca sul link:

http://www.storiadeisordi.it/articolo.asp?ENTRY_ID=643


Alunni dell'anno 1978.


Ex-alunni a Gandino con suor Gennara in occasione del suo 90° compleanno.


Nella celebrazione del funerale, il celebrante presidente, don Giuseppe Rossi, si è presentato come fratello che ha accompagnato la suora per un tratto di cammino alla ricerca della pace autentica, dentro le grandi e piccole prove che la vita ha riservato. Il dono della fede ha permesso di affrontare ogni evento con gli occhi stessi di Dio, in sua compagnia, crescendo nella virtù della pazienza. Lo sguardo di Dio rende sapienti, capaci di sentire di Dio, il suo sapore, pur nella fatica e nel dolore

Un particolare saluto è stato rivolto dal nipote sacerdote, don Giacomo Cortesi, che ha salutato la zia invitandola a vegliare su ciascuno e aiutare tutti a sciogliere le lingue, proprio come la Parola del Vangelo narra di Gesù e insieme lodare il Signore che sempre opera meraviglie.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto anche dal presidente dell’Ente Nazionale Sordi. Spiega il cure di rose rosse e bianche, segno del cuore di suor Gennara dato a ciascuno come mamma nella dedizione quotidiana gratuita. Il grazie si fa preghiera e richiesta di benedizione dal cielo, da cui ora guarda tutti loro.



 Scatti del funerale
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Il celebrante presidente, don Giuseppe Rossi Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Ogni parola celebrata è tradotta nel linguaggio dei sordi Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Preghiera dei fedeli Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Scatti sull'assemblea Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Il nipote, don Giacomo Cortesi Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Il presidente dell'Ente Nazionale Sordi Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore


Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente
 
Suore Orsoline - di Maria Vergine Immacolata - Via Masone, 20/a - 24121 Bergamo (BG) - Tel. 035 242642 - Fax 035 226013 - info@orsolinegandino.it - P.I. e C.F. 00660710161
Suore Orsoline - P.I. e C.F. 00660710161 - Ver. 1.0 - Copyright © 2018 Suore Orsoline - Privacy policy - Powered by Soluzione-web