venerdì 28 luglio 2017 -  Fai diventare questo sito la tua Home Page  Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti  Contattaci  
Home page


Home Page > News > ITALIA > Il Papa del sorriso

Il Papa del sorriso

   
2 aprile 2017: giornata indimenticabile e storica per Carpi e Mirandola. Raccontare la visita di Papa Francesco non basterebbe una pagina... Prima di tutto ringraziamo il Signore del grande dono riservato a questa popolazione colpita dal terremoto nel 2012. Quando il nostro Vescovo, Mons. Francesco Cavina, ha annunciato la visita del Papa a Carpi e poi a Mirandola è stato grande lo stupore e la meraviglia di tutte le persone: Il Papa a Mirandola?

Commovente vedere tutta la popolazione impegnata nella preparazione per accogliere il Santo Padre; qualcuno ha collaborato giorno e notte per la buona riuscita della visita. Tra Carpi e Mirandola ci sono state quasi cinquantamila presenze, distribuite in settori ben distinti. Il Papa del sorriso, un sorriso aperto e contagioso, un Papa che comunica la fede senza misura, l’amore per i più piccoli, la tenerezza dello sguardo, delle mani… verso la mamma incinta, ha toccato la sua pancia, benedetto e accarezzato la nuova creatura… quelle mani spalancate per benedire tutti.

Nel pomeriggio, un incontro particolare con sacerdoti, religiosi, diaconi, seminaristi. Trepidazione, gioia nell’attesa, poterlo toccare, chiedere benedizioni, ascoltare la sua parola. Dopo il saluto ci ha invitato a porgere domande: i sacerdoti erano pronti, ma il Santo padre ha voluto anche noi religiose. Mi sono fatta forte e a nome delle Orsoline ho rivolto due domande al Santo Padre: Come possiamo essere un raggio di speranza per i giovani e come possiamo aiutare i giovani nel discernimento. La risposta puntuale ci invita ad essere testimoni, solo la testimonianza può seminare speranza ai giovani. Poi ci ha ricordato che non solo i giovani, ma tutti abbiamo bisogno di discernimento, che avviene nell’ascolto della Parola di Dio. Inoltre ha ripetuto che i giovani non sono materiali di scarto e che solo l’autenticità vale nella vita. Bisogna accompagnarli con amore e ascoltarli.

A Mirandola, davanti al Duomo, il Papa ha salutato i cittadini così: “Sono qui per incoraggiarvi nel vostro cammino di ricostruzione, vi ringrazio perché siete un esempio per  tutta l’umanità, esempio di coraggio, nell’andare avanti con dignità”. Il nostro Vescovo ha annunciato l’imminente avvio dei lavori di ristrutturazione del Duomo. Il Santo Padre è entrato in sicurezza nel Duomo e deposto fiori sull’altare in onore delle vittime del sisma. Il Papa inoltre ha salutato personalmente i parenti delle vittime del terremoto. Da ultimo ha sostato a San Giacomo Roncole, deposto fiori e pregato per le vittime.

Il Papa ha ricevuto tante lettere dalle persone tra cui anche quella dei bambini della nostra scuola materna Don Adani. Abbiamo potuto consegnarla personalmente, desideriamo riportare un passaggio.

“Caro Papa Francesco, per noi sei come il Mago di Oz”. I bambini hanno chiesto al Papa di essere come il personaggio del celebre film, tratto dalla fiaba di Frank Baum, su cui è incentrata la programmazione educativo-didattica dell’anno 2016-2017. “Quattro personaggi in cerca di un mago potente - si legge nella lettera firmata dai bambini - che può dare loro ciò che cercano mediante continue prove che faranno emergere le capacità, la lotta tra il bene e il male, la vittoria finale del bene. Il cervello, il cuore, il coraggio e il desiderio di relazioni umane sono quattro doti che possediamo per dono di Dio… Santo Padre, le chiediamo di essere il nostro Mago di Oz per aiutare genitori, bambini e insegnanti a guardare la realtà con occhi nuovi”.

Giornata storica! Portiamo in noi la semplicità, il sorriso, l’audacia e la gioia contagiosa di Papa Francesco. Risuonano le sue parole: “Non stare da soli nelle grotte oscure che abbiamo dentro, non cercare sempre noi stessi rimuginando e sprofondando nell’angoscia, leccandosi le piaghe, ma andare da Lui.”

Le sorelle di Mirandola: Sr. Angelina Vismara, Sr. Federica Ferazzini e Sr. Mary Roselet Fernandez



 Qualche fotografia
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
in attesa... un selfie! Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
celebrazione a Carpi Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Condivisione del pranzo Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
L'incontro con le religiose Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
tra loro le Orsoline di Mirandola Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
con sr Angelina Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
fraterno saluto Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
L'abbraccio con il sindaco di Mirandola Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
nel Duomo di Mirandola Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
simpatica foto dei bambini Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
 
 
Spaziatore
 
 
Spaziatore


Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente
 
Suore Orsoline - di Maria Vergine Immacolata - Via Masone, 20/a - 24121 Bergamo (BG) - Tel. 035 242642 - Fax 035 226013 - info@orsolinegandino.it - P.I. e C.F. 00660710161
Suore Orsoline - P.I. e C.F. 00660710161 - Ver. 1.0 - Copyright © 2017 Suore Orsoline - Privacy policy - Powered by Soluzione-web