venerdì 28 luglio 2017 -  Fai diventare questo sito la tua Home Page  Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti  Contattaci  
Home page


Home Page > Formazione iniziale > Italia > Sui passi del Fondatore

Sui passi del Fondatore

   Pellegrine in terra veneta sui passi del Fondatore

Le novizie e le juniores presenti in Italia, con suor Tirhas, nei giorni 2-4 giugno 2017, hanno condiviso l’esperienza del pellegrinaggio in terra veneta con gioia e desiderio di avvicinare la figura del Fondatore. Sono state accompagnate da suor Melania, quale persona competente sulla vita di don Francesco e dalle loro formatrici.

Venerdì 2 giugno: dopo tanti preparativi e attesa paziente, il grande giorno della partenza per il nostro pellegrinaggio è arrivato! Siamo tutte attrezzate con i nostri zaini, le essenziali provviste per il viaggio dei tre giorni, la crema solare e tanta, e diciamo tanta, allegria e desiderio di fraternità. Le autiste sono pronte, occhiali da sole inforcati, i motori accesi: si parte per Padova! Gli altri automobilisti ci guardano in modo molto curioso nel superarci: non è certamente uno spettacolo di tutti i giorni imbattersi in una colonna di mezzi leggeri pieni di suore in fuga dalla città.

Arriviamo al collegio Bottani, dove suor Lorenzina con le altre suore ci accolgono con tanta affabilità; dopo aver preso possesso delle nostre stanze e conosciuto l’immensa struttura, condividiamo un gustoso pranzo con la comunità. Il pomeriggio e la serata sono dedicati alla visita della città: basilica del Santo e cappella degli Scrovegni, due veri gioielli di Padova. Il nostro stare insieme è semplice e allo stesso tempo molto profondo, ci sentiamo famiglia che va a cercare le sue origini lontane nel tempo, ma tanto vicine e vive nel cuore. Pensiamo a Don Francesco, alla sua scelta coraggiosa di autenticità  di vita, che lo ha portato ad essere coerente con il Vangelo scegliendo l’esilio lontano dalla sua terra natale.

Sabato 3 giugno: con emozione palpabile partiamo in treno per Venezia! Per parecchie di noi è la prima volta in questa città di cui si sente tanto parlare.  Rimaniamo senza parole nel vedere quanto sia meravigliosa con i suoi canali, le sue gondole, i grandi e meravigliosi palazzi sull’acqua. Saliamo e scendiamo per tutto il giorno dai traghetti, ma la fatica quasi non si sente, tanta è la meraviglia e lo stupore che ci prendono l’animo. Suor Melania è guida molto esperta e ci porta nei luoghi più importanti della vita del nostro caro fondatore: palazzo Zinelli, chiesa di San Silvestro, isola di San Giorgio, piazza San Marco. Già, don Francesco, ci sembra di vederlo determinato, colmo di zelo apostolico, mentre si sposta con le barche senza risparmiarsi, pur di portare una buona parola alle persone che cercano il Signore nella loro vita di umili marinai e pescatori. Sì, è stata una giornata intensa di emozioni e sentimenti profondi che porteremo dentro quale tesoro prezioso. Vorremmo anche dire che abbiamo trovato il tempo di andare a mettere i piedi nel mare… solo quelli sia chiaro.

Domenica 4 giugno:  salutiamo e ringraziamo con tutto il cuore le sorelle di Padova per tutto quanto ci hanno donato con gioia e spirito di vera accoglienza e con le auto partiamo per Gambarare! Vengono con noi anche suor Costantina e suor Assunta, per condividere la gioia di vedere i luoghi dove il fondatore ha passato parte del suo tempo in terra Veneta. Dopo alcune giravolte e gincane per trovare questo paese che pare finito nel nulla, finalmente arriviamo. L’accoglienza delle persone è davvero squisita: il parroco, le suore e i parrocchiani ci fanno una grande festa. Partecipiamo alla celebrazione della S. Messa, è il giorno di Pentecoste e la liturgia è particolarmente ricca. Dopo i saluti e un pranzo ristoratore, ci rechiamo a visitare la piccola cappellina di Quarto Giare, luogo dove il fondatore celebrava, quando si recava nella “sterminata” pianura a trovare gli abitanti dispersi nei casolari. Abbracciato e salutato le sorelle padovane, cariche di gioia e passione per la missione, iniziamo il viaggio di ritorno per Bergamo. Un grazie del tutto particolare a suor Melania che ci ha permesso di vivere una così originale e intensa esperienza nei luoghi della missione del fondatore in terra Veneta.

suor Stefania P.

 

Condivisioni

Tutti  il momenti del pellegrinaggio per me sono stati molto importanti, ma quello che mi ha toccato di più è stato immaginare l’esperienza di vita del fondatore in quel periodo storico difficile per lui. Per me è stato bello quando sono entrata nella chiesa di Gambarare e ho “visto” con il cuore don Francesco dal pulpito predicare a tutte le persone che lo ascoltavano attente. Io sono una giovane fortunata e ringrazio Dio e la Madre per tutto quello che ho vissuto; mi resta il desiderio di sapere di più sulle esperienze di vita del nostro fondatore, sacerdote che si donava senza paura e questo chiede anche a me di confidare nel Signore, perché Lui farà grandi cose nella mia vita, se avrò il coraggio di rischiare.  - Novizia Ana Claudia -

  Essere stata sui passi di don Francesco, mettere i piedi dove lui li ha messi, in certo modo, seguire le sue orme, mi ha molto colpito. Quante difficoltà avrà dovuto superare con coraggio in questi posti del suo apostolato! Mi ha molto colpito anche conoscere la bellissima città che è Venezia, con le sue chiese, grandiose opere d’arte e le “strade” fatte di acqua; è stata una opportunità che credo rimarrà per sempre nel mio cuore. L’esperienza mi ha donato una carica di coraggio: come don Francesco possa anch’io rischiare di più nella sequela. – Juliana -

Sono rimasta stupita non solo dalla bellezza di Venezia e degli altri luoghi visitati, delle belle chiese che esprimono non solo l’armonia architettonica, ma anche la fede e la bellezza d’essere cristiano. Mi ha colpito particolarmente la piccola cappellina di Quarto Giare con il dipinto della Madonna con il suo sguardo sereno, che accoglie e invita alla preghiera incessante. Ho pensato a quanto Don Francesco avrà pregato lì, lui che era un uomo fedele alla preghiera. Sono felice per aver percorso questi luoghi, insieme a Don Francesco, posso dire così, – che  è qui presente e cammina con le sue figlie Orsoline. Grazie per l’opportunità di arricchire la nostra formazione, che più che un regalo, è un gioiello! - Novizia Jamile -

Mi è piaciuto in modo particolare sostare davanti al palazzo Zinelli, a Venezia. Ho pensato alla fuga da Bergamo del sacerdote Francesco Della Madonna per arrivare in questa città a lui sconosciuta, in mezzo a tanti pericoli. Però ha trovato persone veramente amiche che lo hanno accolto ed aiutato a superare la prova grande della sua giovane vita di sacerdotale. Penso a lui come ad un uomo di Dio, coraggioso, capace di scelte forti e coerenti nella sequela di Cristo. Ha saputo donarsi e fidarsi, senza paura per la sua persona; questo mi dà un forte slancio ad essere anch’io persona capace di decisione e coraggio nella mia vita. Il camminare per Venezia è stato un po’ faticoso, ma bellissimo, affascinante, non lo dimenticherò. Grazie anche per l’opportunità di vivere insieme alle suore giovani!  - Novizia Edlane -

Sono stata molto contenta di vedere i luoghi dove don Francesco ha vissuto la sua prima esperienza di predicatore. Ho capito la bellezza di essere persone che si lasciano guidare dallo Spirito per diventare missionarie del Vangelo. Desidero lasciarmi condurre con docilità dalla Parola, senza paura. Grazie per queste giornate così belle e ricche per ciascuna di noi! - Novizia Felicita -

Si parlerà del Signore alla generazione che viene… (salmo 21)

Il pellegrinaggio nella terra veneta sui passi di don Francesco è stato per noi stimolo a riscoprire la sua missione di pastore e annunciatore della Parola di Dio.

Abbiamo sentito viva la sua presenza,  immaginando di seguire le sue orme, di ascoltare la sua voce che come padre ci esorta a camminare con passione nella nostra vocazione di Orsoline nella semplicità del quotidiano. Questo ci dona gioia e fiducia da trasmettere a chi vive accanto a noi e a chi incontriamo ogni giorno nella missione.

Ringraziamo per questo dono ricevuto che ci ha dato l’opportunità di calpestare questa “Terra Santa Orsolina”  e ne custodiamo viva la memoria per essere vere Orsoline di Maria Vergine Immacolata.

Un particolare grazie a suor Melania per la sua disponibilità e passione nell'accompagnarci in questo speciale pellegrinaggio.

Le juniores con suor Regina



 A Padova
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
in attesa del pullman Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
arrivo Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
in preghiera Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
vicine alla basilica del Santo Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
condivisione della mensa Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Collegio Bottani Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
 
 
Spaziatore

 Pellegrine a Venezia
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
scatto dal ponte Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Gruppo Juniores Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
sull'Isola di S. Giorgio Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
palazzo Zinelli Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore

 a Gambarare
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Arrivi Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
casa parrocchiale Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
tutte in posa Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
davanti alla chiesa Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Quarto Giare: interno Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
davanti alla Cappella Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
a messa Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
Offertorio Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
Ingrandisci
Spaziatore
a pranzo Spaziatore
Spaziatore
Spaziatore
 
 
Spaziatore
 
 
Spaziatore


Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente
 
Suore Orsoline - di Maria Vergine Immacolata - Via Masone, 20/a - 24121 Bergamo (BG) - Tel. 035 242642 - Fax 035 226013 - info@orsolinegandino.it - P.I. e C.F. 00660710161
Suore Orsoline - P.I. e C.F. 00660710161 - Ver. 1.0 - Copyright © 2017 Suore Orsoline - Privacy policy - Powered by Soluzione-web