giovedì 26 aprile 2018 -  Fai diventare questo sito la tua Home Page  Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti  Contattaci  
Home page


Home Page > In memoria > Sorelle defunte > Suor Assuntina Selini

Suor Assuntina Selini

La sera del 25 luglio 2017, nella comunità di Fiorano al Serio, suor Assuntina Selini ha concluso la sua corsa terrena. Cinque giorni prima aveva raggiunto il traguardo di 94 anni. I funerali si celebreranno venerdì 28 luglio alle ore 14.30 partendo dall’Istituto Sant’Angela delle Suore Orsoline a Fiorano verso la chiesa parrocchiale. La salma verrà poi accompagnata e sepolta a Mornico, paese natale di suor Assuntina.

Profilo biografico

Isabella Maria Caterina (suor Assuntina) nacque a Mornico al Serio (Bergamo) il 20 luglio 1923 da Giovanni e Assunta Francesca Omacini.

All’età di 21 anni, il 16 agosto 1942, entrò nell’Istituto delle Suore Orsoline di Gandino. Il 1° aprile 1943, con il rito della vestizione, assunse il nome di suor Assuntina e intraprese il cammino del Noviziato insieme ad altre 12 giovani (una delle quali vivente ancora oggi a Gandino: suor Casta Conti, di 91 anni).

Il 30 agosto 1945 emise la prima Professione a Bergamo, in casa generalizia e sei anni dopo, il 30 agosto 1951 celebrò la Professione perpetua.

Trascorse i primi due anni di vita religiosa nella comunità di Trastevere, a Roma, poi le fu chiesto di prestare servizio al collegio di Fiorano al Serio, fino al 1956. Quindi ritornò nella capitale come studente per conseguire prima  il diploma di insegnamento nelle scuole materne, (1957) poi quello di abilitazione magistrale (1958).

Dal 1962 al 1964 insegnò nella scuola elementare SS. Vergine di Via Cassia, a Roma; dal 1964 al 1966 fu all’Istituto San Gaetano, in Trastevere, come insegnante di educazione fisica nella scuola media.

Nel 1966 rientrò in terra bergamasca, nuovamente a Fiorano, dove continuò la sua missione di educatrice insegnante nella scuola elementare e, nella scuola magistrale proseguì le attività di educazione fisica.

Educatrice aperta e saggia, disponeva i suoi alunni a vivere esperienze anche fuori i confini delle aule scolastiche, stimolandoli ad attività caritative e di solidarietà a favore di persone bisognose sul territorio, favorendo così l’integrazione tra cultura, vita e fede. Per le ragazze aveva avviato attività di cucito.

Univa all’impegno scolastico quello di una pastorale attiva nella parrocchia, dedicandosi alla catechesi, all’animazione liturgica, alla visita agli ammalati offrendo loro il dono dell’eucarestia. Spesso presente in oratorio, era per i giovani una figura di riferimento, vivace e propositiva.

Visse il servizio educativo, inserita a pieno titolo nella scuola, fino al 1989, poi offrì il suo aiuto alla comunità in vari modi. Si dedicò con particolare cura all’incarico di portinaia, pronta a rispondere a qualsiasi richiesta in modo deciso e chiaro, osservando con attenzione i vari movimenti di chi entrava e usciva dall’“Istituto S. Angela”. Anche questo servizio le offrì l’opportunità di mantenere relazioni con molte persone, famiglie della scuola, ma anche ex alunni ed ex collegiali.

Nella comunità di Fiorano, dove ha pronunciato il suo ultimo FIAT, è rimasta per ben 50 anni, considerando l’interruzione di dodici mesi (dall’agosto del 1989 al settembre 1990) passati al pensionato di Bergamo, in città alta.

Molte persone di Fiorano e paesi limitrofi hanno dimostrato nei giorni scorsi la loro vicinanza recandosi spesso a trovare suor Assuntina per porgerle ancora un saluto. Ora si uniscono alla comunità religiosa nella preghiera in suo suffragio. La ricordano ed esprimono gratitudine e riconoscenza per il bene seminato. Affidiamo la nostra sorella alla misericordia del Padre e preghiamo perché possa vedere il volto splendente di Cristo, suo Sposo, che è Amore e, insieme a tutti i Santi del Paradiso, possa lodare Dio in eterno.


C’è folla!

Sì, tanta folla!

Sono i bambini e i ragazzi di un tempo che tu, cara Suor Assuntina, hai educato, formato. Il tuo era un metodo forte, preciso, esigente, comprensivo e materno.

L’amore che hai riversato su intere generazioni, si è reso visibile ora nella folla che ha voluto salutarti e ringraziarti.

Le parole dei tuoi ex alunni erano un ritornello: “Suor Assuntina era un’insegnante decisa, comprensiva, amorevole e materna”.

Grazie, Suor Assuntina! 

Sei stata pure per tante di noi, un’educatrice Orsolina di M. V. I. e ci hai lasciato una grande eredità: la passione educativa, l’arte di educare semplicemente nell’amore.

 

Suor Maria Rosa Cattaneo




Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente
 
Suore Orsoline - di Maria Vergine Immacolata - Via Masone, 20/a - 24121 Bergamo (BG) - Tel. 035 242642 - Fax 035 226013 - info@orsolinegandino.it - P.I. e C.F. 00660710161
Suore Orsoline - P.I. e C.F. 00660710161 - Ver. 1.0 - Copyright © 2018 Suore Orsoline - Privacy policy - Powered by Soluzione-web