venerdì 22 giugno 2018 -  Fai diventare questo sito la tua Home Page  Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti  Contattaci  
Home page


Home Page > News > Bicentenario > Il colore di una vita > Con la musica nel mistero

Con la musica nel mistero

 

Una particolare e intensa pennellata musicale nella serata della seconda domenica di Pasqua: elevazione con il Coro di Voci Virili per le iniziative che celebrano il Bicentenario di fondazione dell’Istituto delle Suore Orsoline di Gandino e la chiusura della mostra “Remigio da Gandino. Il colore di una vita”.

L’anno giubilare è da poco avviato, tutte le Orsoline di Gandino nelle diverse parti del mondo sono coinvolte; in contemporanea la fortunata e molto visitata mostra del pittore gandinese che ha restituito memoria e prestigio alla sua figura. Per dare colore agli eventi, sono stati posti in calendario una serie di manifestazioni anche musicali svolte nella bella Chiesa dei Santi Carlo e Mauro del Monastero benedettino.

È presente il Coro degli Amici della Musica Sacra e il Quintetto d’Archi “Prelude” nella elevazione musicale dedicata alla celebrazione del Mistero Pasquale della domenica in Albis Depositis, della Divina Misericordia, cuore della fede cristiana e fonte di speranza per ogni uomo.

Un programma eterogeno nelle forme e nei contenuti: attorno al dolce e raffinato smalto della celebre “Messa Jucunda” del Vittadini con i suoi toni inequivocabilmente gioiosi, è stata ricostruita una “Missa in Dominica Resurrectionis, alternando con la tinta contrastante del Proprium Gregoriano: un assaggio nostalgico di modi, sonorità e principi del Movimento Ceciliano particolarmente caro ai Coristi. Sono stati eseguiti brani di  Oreste Ravanello, Luigi Picchi, Giuseppe Verdi, Cesare Franco, Giuseppe Pedemonti, Guido Gambarini, Antonino Maugeri.

È seguita una proposta operistica con tematiche religiose, con la celeberrima “Vergine degli Angeli”:

La Vergine degli Angeli vi copra del suo manto,
e voi protegga vigile di Dio l’Angelo Santo.

La limpidezza e la potenza delle voci virili ha riempito la bella e luminosa cappella benedettina gremita di amici desiderosi di ascoltare, di lasciarsi accompagnare e immergere, da antiche note, dentro il mistero della salvezza donata all'uomo.

Il grazie reciproco espresso nel caloroso e prolungato applauso di quanti in silenzio hanno gustato le molteplici polifonie, è stato convalidato da un gradito e prezioso gesto: i primo figlio del pittore Remigio, a nome della sua famiglia ha consegnato alla Madre generale e a tutte le Orsoline un quadro, raffigurante le mura esterne meridionali del convento di Gandino in cui spicca il campanile della Basilica dell’Assunta.







Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente
 
Suore Orsoline - di Maria Vergine Immacolata - Via Masone, 20/a - 24121 Bergamo (BG) - Tel. 035 242642 - Fax 035 226013 - info@orsolinegandino.it - P.I. e C.F. 00660710161
Suore Orsoline - P.I. e C.F. 00660710161 - Ver. 1.0 - Copyright © 2018 Suore Orsoline - Privacy policy - Powered by Soluzione-web